Aggiungi ai preferiti | Recensioni | Guide alla scelta | Tabelle comparative | Contatti | Aiuto
Trova
Esempio: lettore mp3, Ipod, Tapis Roulant
Guide all'acquisto:

Orologi da polso

Invia ad un amico

Scegliere orologi meccanici manuali e automatici, orologi al quarzo, orologi analogici, orologi digitali, orologi anadigitali


Acquistare un orologio per se stessi o per fare un (gradito!) dono significa regalarsi e regalare un’emozione.

 

Orologi da polso meccanici

Gli orologi meccanici funzionano grazie al movimento estensivo di una molla motrice che dà energia al bilanciere, un oscillatore che si muove a 28.000 vibrazioni circa ogni ora. Per questo motivo gli orologi da polso meccanici sono destinati a rimanere indietro di qualche minuto (variazioni della costanza di marcia) in un certo periodo temporale, in genere riconducibile a qualche settimana.
Degli orologi da polso meccanici fanno parte:

  • orologi meccanici manuali;
  • orologi meccanici automatici.

Tutti gli orologi da polso meccanici non necessitano di batteria per funzionare.
È importante fare manutenzione regolare ma anche trattare l’orologio meccanico rispettando qualche accorgimento dati i minuscoli ingranaggi che lo compongono. Quando non lo si indossa, per esempio, l’orologio va riposto delicatamente su un piano d’appoggio orizzontale senza vibrazioni per non inficiare il corretto funzionamento della precisione di marcia. Inoltre è bene non sottoporre l’orologio meccanico a movimenti troppo bruschi del braccio, evitando urti e continue sollecitazioni vibratorie.

 

Orologi da polso meccanici manuali (orologi a carica)

Gli orologi meccanici manuali sono più comunemente conosciuti come orologi a carica.
Per provvedere alla loro carica è necessario agire manualmente (e con cautela!) sulla corona per provocare la tensione della molla motrice.
La carica si dà una volta al giorno, meglio se alla stessa ora e lontano dalle ore 12 (mezzogiorno o mezzanotte), sebbene alcuni orologi meccanici manuali si scaricano in un tempo maggiore rispetto alle 24 ore. Sono pochi i modelli di orologi da polso a carica che si caricano una sola volta alla settimana.

La corona deve essere ruotata solo in senso orario (in avanti) senza indossare l’orologio al polso poiché l’asse di carica potrebbe sviare verso direzioni non assiali e quindi rompersi.
Quando si interviene sul movimento della corona, la massima carica corrisponde al punto di bloccaggio della corona, che non deve essere mai forzata pena la rottura di qualche meccanismo interno all’orologio come l’asse di carica o la molla motrice.

Per la rimessa all’ora portate le lancette poco oltre l’ora esatta con movimenti di un giro o mezzo giro della corona, quindi fate retrocedere le lancette fino a raggiungere l’ora giusta.

Naturalmente le ripetute cariche a mano usurano le guarnizioni di tenuta che mediamente si dovrebbero sostituire ogni due anni circa. Attendere di fare vedere l’orologio quando qualcosa non va vuol dire rischiare di spendere di più rispetto a un normale intervento di revisione.
L’operato dell’orologiaio è praticamente un’arte, un mestiere che richiede esperienza e precisione. A nulla vale il fai da te, se non a compromettere la vita dell’orologio.

Orologi da polso meccanici automatici

Gli orologi meccanici automatici hanno un metodo di funzionamento che si basa sulla massa rotante a forma di settore circolare (rotore) che risente della forza di gravità. Questa, reagendo al movimento, ruota intorno al proprio asse ed è in grado di trasmettere energia al bariletto della molla della carica. 

A differenza degli orologi meccanici manuali, gli orologi meccanici automatici si caricano mediante i movimenti del braccio il cui polso indossa l’orologio. Solo se non si porta l’orologio automatico per qualche giorno, oppure nell’arco di una giornata si indossa l’orologio ma si effettua poco movimento, si procede con la carica manuale (la corona gira sempre a vuoto per non subire mai eccessi di carica tali da rompere l’orologio).

Il sistema di ricarica degli orologi meccanici automatici può essere:

  • monodirezionale (il rotore ricarica la molla motrice attraverso la rotazione in un solo senso mentre nell’altro senso gira a vuoto); 
  • bidirezionale (montato con opportuni ingranaggi invertitori, il rotore ricarica la molla motrice attraverso la rotazione in entrambi i sensi).



prodotti in offerta
Tutte le offerte di oggi proposte da migliorscelta. Scoprile al volo

Cerca per Marca

 
© 2006 - 2014 Migliorscelta.it | Termini di utilizzo | Privacy
Copyright 2006 - 2014 Digital 2000 Srl - tutti i diritti riservati - P.IVA 06868120152
E' espressamente vietato riprodurre e diffondere, integralmente o parzialmente, i contenuti del sito senza autorizzazione scritta della Digital 2000 Srl.
E' possibile richiedere l'autorizzazione scrivendo a: info@digital2000.it . I prodotti e i marchi citati sono di proprietà dei rispettivi titolari